Alzheimer: l’aiuto alle famiglie prosegue a distanza

“Spazio Alzheimer”, l’iniziativa della Misericordia di Borgo San Lorenzo che offre gratuitamente un aiuto concreto a coloro che si trovano ad affrontare le difficoltà legate ai pazienti con questa patologia, trova modi nuovi per stare vicino alle famiglie: a distanza, appunto, attraverso i vari strumenti offerti dal web e dai social. La scelta è quella di trovare modi diversi per dare supporto anche a distanza almeno ai familiari e operatori, perché possano a loro volta darlo alle persone affette da Alzheimer di cui si prendono cura.

E così, anche se il Caffè Alzheimer ha dovuto interrompere i propri incontri quindicinali, è vicino attraverso video e materiali inviati via whatsapp da Flavia Bocchino: arte, musica e stimoli di bellezza per rendere più leggero questo tempo difficile. Un lavoro “di vicinanza“ e supporto  ripreso e ampliato Daniela Giovannini con  le sue “Pillole di leggerezza” pubblicate sulla pagina Facebook “Alzheimer in relazione”, ma anche con gli incontri online del gruppo di familiari “La valigia con le Ali”: uno spazio diverso dal solito ma dove si riesce lo stesso a parlare di come la distanza e le regole imposte dal virus hanno cambiato la vita e le relazioni con i propri cari,  e aiutarsi a vicenda ad affrontare preoccupazioni e paure. E infine, resta attivo anche lo Sportello Alzheimer, dove trovare un primo ascolto ed informazioni, attraverso video chiamate, o semplici telefonate con Daniela Giovannini. Per un primo contatto, basta chiamare la segreteria della Fondazione Estote Misericordes al numero 055 8455299, lasciando il proprio nominativo e telefono per essere poi ricontattati, o scrivere una mail a segreteria@doceat.org.  In attesa di potersi incontrare di nuovo, in sicurezza.