Nuovo servizio di osteopatia presso i nostri ambulatori

Un nuovo servizio a disposizione degli utenti della Fondazione Estote Misericordes. Dalla fine del mese di agosto sarà disponibile il servizio di osteopatia, che sarà curato da Chiara Materassi, laureata in fisioterapia e terapia della riabilitazione e diplomata in osteopatia, presso la scuola nazionale e con un master in osteopatia posturale presso l’Università di Pisa. Con numerose esperienze in Mugello, nel quale opera da anni, ma non solo per questo nuovo servizio ci si potrà informare e prenotare presso la nostra accettazione (anche chiamando o via mail).

Ma che cosa è l’osteopatia?

L’osteopatia è una medicina complementare con un approccio naturale, di tipo manuale, non invasivo, privo di effetti collaterali e controindicazioni che, grazie alla sua terapia dolce, favorisce l’eliminazione di ostacoli e interferenze del corpo al fine di permettere all’organismo, sfruttando i propri fenomeni di autoregolazione e di auto guarigione di ritrovare la salute.

L’organismo è alla costante ricerca del confort, e non può abituarsi al dolore ecco che cerca il compenso, che è una strategia del corpo, attraverso una serie di modificazioni posturali del nostro per non percepire il dolore. Attraverso un trattamento di tipo manuale ed un’osservazione della postura del paziente, l’osteopata cerca di ricreare un equilibrio nel corpo sostenendone la salute.

 

 

Ed in particolare cos’è quella pediatrica e dedicata alle donne in gravidanza in particolare?

 

Osteopatia pediatrica: cos’è e a cosa serve

L’osteopatia è una medicina complementare con un approccio naturale, non invasivo, privo di effetti collaterali e controindicazioni che, grazie alla sua terapia dolce, fa dei bambini pazienti ideali con risultati spesso sorprendentemente positivi.

A cosa serve l’osteopatia

L’osteopatia per neonati e bambini è un approccio terapeutico che serve ad alleviare le disfunzioni che possono essere avvenute durante la nascita, sia nella fase del parto che in quella del travaglio.

Quali sintomi tratta l’osteopatia pediatrica
nei neonati e nei bambini:

  • eccessiva produzione di muco
  • testa piatta o con una strana forma;
  • difficoltà a prendere il latte dal seno o in generale a nutrirsi;
  • coliche, reflusso gastroesofageo, rigurgiti;
  • pianto eccessivo;
  • iperattività del neonato;
  • problemi sinusali;
  • otiti ricorrenti;
  • disturbi del sonno;
  • ritardo dello sviluppo psico-motorio;
  • ritardo nella parola;
  • problemi di apprendimento;
  • asma o allergie;
  • problemi otorinolaringoiatrici;
  • mal di testa;
  • problemi posturali;
  • dolori associati alla crescita;
  • occlusioni dentali errate;
  • scoliosi

 

Come funziona l’osteopatia

L’osteopata individua le aree in disfunzione e con manipolazioni e manovre specifiche molto leggere stimola la naturale tendenza del corpo verso l’autoguarigione e facilita il rilascio di tensioni e stress. Le reazioni di neonati e bambini al trattamento possono essere diverse. Spesso le sedute rendono i piccoli pazienti molto rilassati, alcuni però possono avere manifestazioni di particolare energia, oppure possono liberare le loro emozioni attraverso il pianto, ma le manipolazioni non fanno alcun male, esercitano solo una pressione molto lieve. Generalmente pochi trattamenti sono sufficienti, anche se questo varia molto in base al tipo di disfunzione e all’età del bambino. In generale più un problema viene trascurato più complessi saranno gli adattamenti del corpo e quindi più difficile e lungo il processo di ripristino dello stato di benessere.

Quali sono i vantaggi del trattamento osteopatico

  • si basa sulle conoscenze mediche tradizionali ma non prevede l’uso di farmaci;
  • non ha effetti collaterali;
  • usa trattamenti indolore;
  • può essere utilizzata da sola o contemporaneamente ad altre terapie;
  • riduzione delle indagini e dei trattamenti invasivi;

 

Osteopatia in gravidanza

Durante la gravidanza il corpo della futura mamma viene sottoposto a numerosi e significativi cambiamenti. In questa straordinaria condizione la postura si modifica, aumentano il peso e la pressione addominale, ci sono cambiamenti ormonali che spesso modificano anche lo stato emotivo della donna, possono insorgere disturbi come mal di schiena, dolori alle gambe o nausea. È molto importante che tutti questi processi di adattamento non incontrino ostacoli e procedano in maniera del tutto naturale. Nei mesi della gravidanza il corpo materno va incontro a diversi cambiamenti strutturali che hanno lo scopo di adattare il corpo al feto in crescita, per fornirgli un ambiente il più possibile funzionale ed accogliente tutte le strutture corporee coinvolte possono andare incontro a disfunzione osteopatica, cioè ad un’alterato (non patologico) movimento che può perturbarne la funzione: tutte le strutture corporee possono creare perturbazioni sia localmente che a distanza attraverso connessioni anatomiche, neurologiche, fasciali.

Riassumendo, possiamo stilare una lista di alcuni disturbi che potrebbero insorgere in questo periodo:

  • mal di schiena, lombalgia
  • sciatalgia
  • difficoltà nella respirazione
  • problemi digestivi e bruciori di stomaco
  • reflusso gastrico
  • difficoltà nel transito intestinale e costipazione
  • dolori alle gambe
  • problemi circolatori agli arti inferiori
  • tunnel carpale
  • dolori alla cervicale
  • mal di testa
  • infezioni del tratto urinario
  • vaginite o dolore durante i rapporti sessuali
  • Emorroidi
  • Disturbi del sonno

I trattamenti osteopatici mirano ad assistere il naturale processo della gravidanza e della nascita aiutando il corpo ad utilizzare in maniera ottimale le proprie risorse per adattarsi durante il progresso della gravidanza stessa. I consigli dell’Osteopata possono risultare molto utili per imparare ad usare il corpo correttamente e per alleviare possibili problemi. Se l’osteopatia è applicata sin dall’inizio della gravidanza fino al parto tutti i cambiamenti in atto possono essere controllati a beneficio del feto e della mamma. Al termine della gravidanza occorre che il corpo sia preparato per attraversare al meglio il momento del parto. Compito dell’Osteopata sarà quello di assicurarsi che tutte le strutture coinvolte possano svolgere al meglio il loro compito e siano sufficientemente mobili.  In seguito al parto il corpo deve andare incontro ad un periodo di recupero da tutti quei cambiamenti avvenuti durante la gravidanza e durante il parto, dovendo inoltre conciliare le proprie esigenze con quelle del nuovo arrivato.  Prendersi cura del piccolo significa anche forti stress alla schiena durante i momenti ordinari di cura ed allattamento, nelle posizioni mantenute a lungo, ecc… L’osteopatia può aiutare la neomamma a recuperare in maniera ottimale gli stress che il corpo ha subito durante gravidanza, travaglio e parto, con un effetto certamente positivo anche per il bimbo, alleviando i dolori e sintomi, migliorando anche l’umore della mamma.

L’Osteopatia è una terapia dolce e non costituisce in ogni caso nessun pericolo né per la mamma né per il feto, ma è un valido aiuto per le sofferenze che si possono incontrare: il trattamento osteopatico non deve essere interpretato come un eccesso di medicalizzazione ma come prevenzione soprattutto se si interviene fin dai primi mesi; inoltre è consigliabile che la madre ed il bambino vengano trattati insieme per qualche seduta dopo il parto ai fini di un benessere comune.